The Twins Dinner

La Cena delle Città Gemellate

Percorso enogastronomico e momenti di formazione.
A cura di Brescia e delle sue Città Gemellate.

Percorso enogastronomico e momenti di formazione. A cura di Brescia e delle sue Città Gemellate.

Mercoledì 13 dicembre 2023 ore 19.30
Museo Diocesano Via Gasparo da Salò 13, Brescia

loghi_mobile
festival_dei_sapori_logo

Festival dei Sapori

Il Festival dei Sapori è l'annuale appuntamento organizzato dall’Assessorato al Turismo del Comune di Brescia con lo scopo di dare a cittadini e turisti la possibilità di incontrare le eccellenze enogastronomiche di città e provincia.

Nell’estate del 2023, giunto alla VI edizione, ha portato nel Castello di Brescia decine di produttori, ristoratori, consorzi vinicoli e strade del territorio, e più di 800 ospiti.

A dicembre torna con un appuntamento natalizio, all’interno del palinsesto di Buon Natale Brescia, che ospita le quattro città gemellate di Brescia: Darmstadt, Logroño, Betlemme e Troyes.

La Cena

Il Comune di Brescia in collaborazione con le città di Darmstadt (Germania), Logroño (Spagna), Betlemme (Palestina) e Troyes (Francia) e Brescia nel Piatto organizza The Twins Dinner, la Cena delle Città Gemellate: una serata aperta alla cittadinanza, dedicata al rapporto di amicizia tra le cinque città, ai piatti e prodotti tipici dell’enogastronomia locale e al valore della cultura.

Il programma si articola in un percorso enogastronomico a più portate rappresentativo delle eccellenze territoriali e con la presenza degli gli chef provenienti da Brescia e dalle città gemelle e momenti di confronto sull’amicizia e dialogo interculturale.

L’iniziativa prevede anche il coinvolgimento delle città gemellate in momenti di formazione collaterali dedicati agli studenti dell’Istituto di Istruzione Superiore Mantegna di Brescia.

La Twins Dinner - La Cena delle Città Gemellate sarà caratterizzata da:

  • chef provenienti da Brescia e dalle sue Città Gemellate;
  • percorso enogastronomico a più portate rappresentativo delle eccellenze territoriali;
  • momenti di confronto sull'amicizia e dialogo interculturale.

Al netto delle spese organizzative, il ricavato della cena sarà donato in beneficienza alla realtà Brolo Sant'Anna, orto solidale, didattico e terapeutico nel Parco delle Colline di Brescia.

Aperitivo

Polentina con sarda essiccata
di Montisola, presidio Slow Food

(Brescia)

Tapa di peperone rosso e ventresca di tonno

(Logroño)

Prosciutto cotto artigianale di fattoria e formaggio Quark,
serviti con pane di segale a lievitazione naturale e bocconcini alle noci

(Darmstadt)

In accompagnamento:
Pirlo bresciano (Brescia) o Cocktail analcolico menta limone zenzero (Betlemme)

Antipasto

Baccalà alla Riojana

(Logroño)

Adas
Vellutata di lenticchie decorticate

(Betlemme)

In accompagnamento:
Maturana Blanca di Viña Ijalba,
vitigno autoctono della Rioja

(Logroño)

Primo

Casoncello della Fonte di Mompiano
con ripieno di robiola di capra della Val Fredda e ingredienti provenienti dalle aziende amiche di Slow Food e dal Parco delle Colline, con condimento stagionale ai marroni e pancetta affumicata

(Brescia)

In accompagnamento:
“Fausto” dell’Azienda Agricola Lazzari,
Capriano del Colle Bianco Doc, Tre bicchieri Gambero Rosso 2023

(Brescia)

Secondo

Guancia di bue con crema di patate dolci, pastinaca e paglia di verdure

(Darmstadt)

In accompagnamento:
Birra Doppelbock Dunkel

(Germania)

Dolce

Bossolà

(Brescia)

Persicata

(Brescia)

Baclava al pistacchio

(Betlemme)

In accompagnamento: Champagne Devaux

(Troyes)

Varie

Pane artigianale di Richemont Club Italia

(Brescia)

Acqua e caffè

La Visita al Museo

Orario di visita

◊ Orario di visita
   Ore 18.45


◊ Luogo di ritrovo
Museo Diocesano


◊ Durata della visita
20 minuti


◊ Costo della visita
Gratuita

Per chi lo desidera, la cena comprende la visita guidata dei capolavori del Museo Diocesano: dai maestri del pieno Cinquecento bresciano, al fondo di pregevoli codici miniati fino alla ricca e inconsueta sezione di icone ortodosse.

Dopo la prenotazione della cena riceverete un link per la registrazione al tour.

La storia della fondazione del Complesso francescano di San Giuseppe e poi del Museo Diocesano di Brescia è strettamente interconnessa con le vicende storiche bresciane a partire dal 1500.

In una zona centrale venne costruita la chiesa di San Giuseppe, e poi di seguito il convento e infine i tre chiostri, di diversa dimensione, di cui il maggiore concluso a fine Cinquecento. Questo oggi è il fulcro del Museo Diocesano di Brescia, il chiostro è il luogo in cui si viene accolti in un’atmosfera intima, in cui si può godere della bellezza del giardino, luogo di incontro e di meditazione.

Le Città Gemellate

Il gemellaggio è uno strumento di cooperazione tra enti locali di paesi diversi. L’idea alla base è quella di creare legami di amicizia duraturi, di comprensione e fratellanza tra le diverse comunità e di realizzare progetti e attività congiunte in vari settori, da quello culturale e sociale a quello economico, che rafforzino un’azione comune per la pace e il dialogo fra i popoli.

darmstadt_2

Darmstadt

Il primo gemellaggio del Comune di Brescia è stato siglato nel 1991 con la città tedesca di Darmstadt. Darmstadt dal dopoguerra ad oggi ha instaurato altri sedici gemellaggi oltre a quello con la città di Brescia. La città si trova nella regione dell'Assia ed è sede di aziende ed istituti di ricerca di importanza europea, come ad esempio l'ESOC, centro operativo dell'Ente Spaziale Europeo e l'EUMETSAT, centro europeo per i satelliti meteorologici. Di notevole importanza è anche la Mathildenhöhe, sede della colonia di artisti dello Jugendstil, riconosciuta Patrimonio Mondiale UNESCO nel 2021. Tra le attività che uniscono la città di Brescia e Darmstadt c’è il progetto vincitore della II edizione del Premio dei Presidenti per la cooperazione comunale tra Italia e Germania con il titolo "Scambio di giovani tra Darmstadt e Brescia - per una società europea diversificata, inclusiva, sostenibile e orientata al futuro". 

logrono_3

Logroño

Brescia è gemellata con Logroño da giugno del 2006. Logroño è capitale de La Rioja, comunità autonoma del nord della Spagna e una delle più importanti aree di produzione vinicola della Spagna, famosa per l’omonimo vino rosso. Logroño nel 2012 è stata nominata "Capital española de la gastronomia" ed è una delle città che si incontrano lungo il Cammino di Santiago. Oltre alla cultura del vino, Brescia e Logroño sono unite dal comune gemellaggio con la città tedesca di Darmstadt.

bethlehem-stemma

Betlemme

Brescia è gemellata con Betlemme dal 2007. Betlemme è una delle città più importanti della Cisgiordania, capitale distrettuale dell’omonimo governatorato, e collocata a circa 10 km a sud di Gerusalemme. Luogo natale di Gesù, ha nella Basilica della Natività una delle mete principali dei pellegrinaggi che visitano la Terra Santa. Nel giugno 2012, la Chiesa della Natività e il sentiero di pellegrinaggio verso di essa sono stati inseriti nella Lista del Patrimonio Mondiale UNESCO. Il gemellaggio tra Brescia e Betlemme intende rappresentare e sottolineare l’importanza del dialogo interculturale come motore per lo sviluppo di una cultura di pace.   

troyes_2

Troyes

Brescia è gemellata con Troyes dal 2016. Troyes si trova nell’Aube, dipartimento della regione Champagne-Ardenne, nel nord della Francia. È una città con una fervente attività commerciale, di lunga tradizione, poiché già nel XII secolo vi si tenevano le Foires de Champagne (Fiere dello Champagne), con scambi commerciali tra il sud e il nord Europa. Oggi l’economia portante di Troyes è costituita da produzione di vini d’eccellenza (Champagne) e dall’industria tessile. La collaborazione tra Brescia e Troyes, come già quella con Logroño, è stata favorita dall’intermediazione di Darmstadt, con la quale Troyes è gemellata da 65 anni.

Prenota

Informazioni

Inserisci il tuo nome.
Inserisci un messaggio.

Per rimanere aggiornati

Per ulteriori informazioni scrivere a:

fds@brescianelpiatto.it

Siamo Capitale Italiana della Cultura

logo_1

© 2023 Brescia Nel Piatto s.r.l. - All Rights Reserved - P.IVA 04370730980 - via Cipro 66 - Brescia